CLICCA QUI PER VEDERE I CARTONI DI DAVID GNOMO

Sulla falsariga dell’opera di Poortvliet, che aveva descritto in maniera pseudoscientifica l’esistenza del piccolo popolo degli Gnomi, la serie ci mostra la vita e le abitudini di questi esseri, in particolare di uno di essi, di nome David, un medico che vive in una minuscola casa nel bosco con la moglie Lisa e i due figlioletti e che ha dedicato tutta la sua esistenza alla cura degli animali della foresta. Ogni qualvolta un animale ha bisogno di aiuto, David, avvertito dalla sua volpe Swift (che gli funge da cavalcatura terrestre) o da un corvo (sua cavalcatura aerea) accorre prontamente a salvarlo: ad esempio libera un daino dai parassiti che gli infestano le vie respiratorie, districa due cervi le cui corna si sono aggrovigliate e degli uccelli rinchiusi in un negozio, aiuta delle lepri a sfuggire ad un’inondazione e dei tassi a salvare i loro figli. Talvolta cura anche umani (come una lattaia che si era slogata una caviglia) e, naturalmente, altri gnomi.

La sua fama di medico è tale da portarlo ad essere molto influente nel mondo degli Gnomi, al punto che spesso il re lo chiama alla sua corte reale (che si trova in Siberia) per risolvere dei gravi problemi dovuti di solito al rapporto con gli umani o alla gestione del Regno.

Ad avversare gli Gnomi vi sono i temibili troll, degli esseri malvagi che vivono in maniera abietta e, alla luce, si trasformano in pietra. David è più volte costretto a scontrarsi con loro, che, durante un matrimonio, accendendo un fuoco davanti all’albero ove è costruita la casa ove si festeggia, costringono tutti i convitati a fuggire attraverso un’uscita segreta; rubano il bisturi d’argento appartenuto ai suoi antenati e conservato in India; catturano David e lo mettono in gabbia per torturarlo (è la moglie Lisa a salvarlo travestendosi da strega e cucinando ai troll una zuppa narcotizzata). Tuttavia ciò non impedisce a David, in un’altra occasione, di salvare un loro cucciolo, immobilizzato su un sasso in mezzo ad un fiume.

Talvolta David vive anche avventure che coinvolgono gli umani. Ad esempio esaudisce tre desideri di un taglialegna che ha salvato sua moglie Lisa da un gatto che l’aveva catturata: dapprima questi chiede come ricompensa un lingotto d’oro e l’ottiene, indi finisce nelle sabbie mobili e viene salvato da David, alla fine viene arrestato ingiustamente e lo gnomo lo aiuta ad uscire, chiedendo però in cambio (come pagamento per l’avvocato) il lingotto d’oro datogli in precedenza (che torna al tesoro della Corte Reale degli Gnomi, da dove era stato preso in prestito).

La serie si conclude con la morte di David, che, come tutti gli gnomi, divenuto troppo anziano si reca alle Montagne dell’Aldilà, ove si tramuta, con la moglie e un amico, in un ciliegio.

Quella che appare come una sorta di seguito della serie David Gnomo amico mio è Viaggiamo con Benjamin.

Tagged with →  
Share →