Up è un film d’animazione del 2009 scritto e diretto da Pete Docter e Bob Peterson.

È il decimo lungometraggio realizzato dai Pixar Animation Studios in co-produzione con la Walt Disney Pictures, ed ha aperto il 62º Festival di Cannes il 13 maggio 2009. È stato il secondo film di animazione della storia ad essere stato nominato agli Oscar comemiglior film dopo La bella e la bestia nel 1991, ottenendo 5 nomination in totale.

È il primo film della Pixar ad essere realizzato anche per la proiezione in formato digitale tridimensionale Disney Digital 3-D, e la colonna sonora è stata composta da Michael Giacchino, già compositore dei film Pixar Gli Incredibili e Ratatouille.

 

TramaPersonaggi

Trama

Carl Fredricksen è un bambino di 8 anni, negli USA d’ inizio grande depressione (1929), il quale sogna di avventurarsi in Sud America per raggiungere le Cascate Paradiso, in Venezuela, come il suo idolo, l’esploratore ventiduenne accompagnato da intelligentissimi cani, Charles Frederik Muntz, il cui nome è stato dimenticato dalla scienza in quanto accusato di aver falsificato le ossa di un nuovo misterioso animale sudamericano, promettendo però di prenderlo vivo e di non tornare dalle Cascate Paradiso col dirigibile, fino a quando non ci riuscirà. Un giorno dell’ infanzia di Carl, mentre torna dal neonato cinema sonoro in bianco e nero con cinegiornale sull’ ultimo appello definitivo di Muntz, incontra Ellie, una bambina maschiaccio povera per la depressione, ma felice e con il suo stesso sogno d’ avventura, la quale sta fingendo di esplorare il mondo in una vecchia casa-club, come Muntz. Tra i due, dopo la depressione, nasce un grande sentimento e divenuti adulti nel 1959, si sposano e vanno a vivere insieme nella vecchia casa-club da esploratori piccoli, modificata, con Carl che lavora come venditore di palloncini nello stesso Zoo dove lavora Ellie con gli animali. Essi sperano ogni giorno di andare in Sudamerica, mettendo da parte i dollari in eccesso per poterci andare con un aereo o dirigibile. Come ogni coppia, però, dovranno scontrarsi coi problemi della realtà quotidiana come le bollette, il fatto che la coppia non possa avere figli ed infine gli acciacchi dell’età, dopo la Pensione. Proprio quando Carl compra finalmente i biglietti per il viaggio in Sudamerica, sua moglie Ellie, ormai anziana e malata, muore.

All’età di 78 anni, nel 1999, dopo settant’anni di fallito tentativo, la vita sembra non offrire più a Carl abbastanza tempo per realizzare il sogno di un viaggio avventuroso come voleva sua moglie Ellie, di cui è ancora innamorato. Come se non bastasse la sua casa è nel bel mezzo di una serie di lavori che hanno completamente distrutto il suo vecchio quartiere boscoso. Un giorno d’ estate bussa alla porta di Carl Russell, un bambino scout di 8 anni che deve avere il distintivo di “accompagnatore di anziani”, però Carl, non ha bisogno di nessun aiuto, e riesce a distrarlo dicendogli di acchiappare il “beccaccino”. Carl vede un bulldozer che urta la cassetta delle lettere, un prezioso ricordo; uno degli operai cerca di aggiustarla, ma Fredricksen infuriato lo ferisce, dandogli una bastonata in testa. Carl, pur essendo troppo anziano per costituire una minaccia pubblica, viene obbligato al ricovero in casa di riposo, perciò la sua casa dovrà essere abbattuta e lui si dispiace per la bastonata da ira, pentendosene.

Per sfuggire al ricovero ha l’idea di far volare la sua casa utilizzando 40.000 palloncini gonfiati con elio, andando in Sudamerica. Durante il volo Russel bussa alla porta di Carl ed entra in casa. All’improvviso si è scattato un forte temporale che trascina la casa facendo cadere tutti gli oggetti, però Russel riesce a sistemare la casa e dopo essere arrivati attraverso le rocce, Carl e Russel si legano la pompa-fune del portico della casa, e trascinarla come un palloncino. Nella foresta incontrano Kevin, uno struzzo technicolor di dimensioni enormi, di sesso femminile, incapace di volare e legata a Russel che, pur differente di sesso, le dà il nome di Kevin.

Lì incontrano Dug, un cane goffo che ha un collare che gli permette di parlare e decide di mettersi in viaggio con Carl e Russell, dichiarando di voler prendere Kevin come prigioniero e portarlo al suo padrone. Dopo aver fatto un po’ di strada, Carl promette a Russel di non lasciare Kevin. Però Kevin scappa via per tornare dai suoi piccoli, portando a loro del cibo. In quel momento, Carl e Russell vengono attaccati dal dobermann Alfa il capo ed i suoi tenenti il rottweiler Beta ed il bulldog Gamma, tre cani, che come Dug dispongono dei collari parlanti, che vogliono portare Carl e Russell dal loro padrone, con il loro compagno Dug, triste per la sua posizione, e mentre loro vanno, Kevin, per paura dei cani, era tornata indietro e si era nascosta sulla casa trascinata con la fune da Carl. Accade che loro arrivano in una roccia aperta, dal padrone dei cani, Dug compreso, e così Carl scopre che il loro padrone è Charles Muntz, il suo idolo, che ha avuto sempre nuovi cani, nati e poi cresciuti. Quest’ultimo invita cordialmente Carl e Russel a cena nel suo bel dirigibile “Spirit of Adventure”, un vero e lussuoso palazzo-città mobile, grazie ai suoi primi successi ottenuti da adolescente.

Mentre sono nella sala da pranzo, però, si scopre, tramite le ossa considerate dalla scienza falsificate, che il misterioso e nuovo essere animale sudamericano, a cui Muntz da tanti anni dava la caccia per portarlo vivo negli USA ed essere ricordato di nuovo, è proprio la specie animale di Kevin, la quale, come i suoi antenati defunti di vecchiaia, è incessantemente braccata dai cani dell’esploratore, il quale ha fallito anche quando, per sbaglio, aveva ucciso il marito di Kevin, dato che doveva portare l’animale vivo e poi aveva perso molti cani nel tentativo di far uscire Kevin dal suo labirinto-casa di pietra. Dunque Muntz è sempre stato anche da giovane uno sfruttatore e fa tutto questo solo per i soldi e per i soldi ha negli anni ucciso gli altri esploratori del Sudamerica, sospettoso di loro per quella bella specie animale. Sfortunatamente, Muntz si accorge che Kevin è sulla casa di Carl e per questo fa inseguire lui e Russell dai suoi cani, per sfruttarli ed arrivare a Kevin. Grazie all’aiuto di Kevin e Dug, che, essendo legato a Carl, si è ribellato a Muntz, i due uomini si salvano. Durante l’inseguimento però Kevin resta ferita da un morso di Alfa, così Carl e Russell non vanno ancora alle cascate, ma decidono di aiutarla a tornare a casa dai suoi piccoli, al sicuro con i parenti, ma in pericolo con le minacce di Muntz.

Proprio quando sembra che Kevin sia libera quella notte, torna Muntz che, vedendo il luogo del collare dell’ ingenuo Dug, riesce ad arrivare sul labirinto e ad intrappolare Kevin in una rete. Mentre Carl sta andando a liberarla, Muntz dà fuoco alla casa, che perdendo molti palloncini per il calore, s’inclina e s’incendia, costringendo Carl a scegliere tra la sua casa e Kevin. Carl salva e spegne la casa, ma lascia che Muntz catturi Kevin e la porti viva nel suo dirigibile, che poi decolla verso l’ alto per tornare negli USA. Subito dopo, Carl afferma di non volerla più aiutare e sgrida Dug dicendo che è colpa sua se è stata catturata. Dug, lasciato da Muntz e da Carl, si allontana deluso. Carl così riparte per le cascate, seguito da Russell, triste per Kevin.

I due arrivano così alle cascate, finalmente. Mentre è in casa, Carl, sfogliando il libro vuoto delle avventure lasciatole da Ellie, scopre che in realtà è pienissimo e che le sue avventure da ragazza ed anziana, sono state gli anni trascorsi insieme a lui e non per forza le cascate e poi c’è anche un messaggio di lei che dice: “Grazie per queste belle avventure. È il momento per te di viverne una nuova! Ti amo, Ellie”. Così Carl capisce che può scegliere le sue avventure da solo, vedendo le avventure di lei con il messaggio, e decide di aiutare Kevin. Ma quando sta per dirlo a Russell, quest’ultimo, già amareggiato prima per ciò che è successo, stacca alcuni palloncini dalla casa, li usa sul proprio corpo per raggiungere il dirigibile di Muntz da solo ed accende l’ aspiratore d’ erba in mano per essere veloce, nel tentativo di liberare Kevin. Carl, con la casa volante un po’ svuotata per i pochi palloncini, lo segue a ruota insieme a Dug, tornato in tempo sulla veranda perché affezionato troppo a Carl, il quale si scusa e decide, affettuosamente, di tenerlo con sé. Ma Russell viene scoperto da Alfa, e Muntz lo lega ad una sedia su una passerella che dà nel vuoto fuori dal dirigibile, facendo rimanere il bambino in bilico sul mezzo, ed aggrappato alla vita. Dopo aver legato la casa al dirigibile, salvato e portato in essa Russell, che, all’ ultimo momento, stava per cadere dal dirigibile, Carl trova e libera Kevin, con il fiuto di Dug ed ingannando con una palla i cani, che allora chiamano all’ altoparlante Muntz. Carl si trova davanti Muntz e i due lottano a bastonate, mentre Dug combatte contro i cani e Russell risale nella casa di Carl, pilotandola e togliendo di mezzo nel vuoto Beta(Capo Grigio), che, con Gamma(Grigio 2) e Grigio 3, stava bombardando la casa. Dug sconfigge Alfa con la voce modificata ed il cono della vergogna al collo, diventando lui il capo dei cani, e raggiunge i suoi due amici sulla casa con Kevin, ma Muntz spara a molti palloncini, che si staccano, facendo cadere sul cornicione del dirigibile la casa. Carl la prende per la fune del portico e la trattiene. Muntz, non potendo uccidere Carl, per non far allontanare la casa con la preziosa Kevin, va verso la veranda e tenta di buttare giù la porta e di sparare a Russell o a Dug. Ma quando l’ esploratore abbatte la porta, i tre escono dalla finestra e si salvano aggrappandosi alla fune del portico, che si era appena staccata. Il malvagio esploratore anziano esce dalla casa e fa un salto per raggiungerli, ma, senza sapere che la fune si è staccata e che la casa si è allontanata, durante il salto, Muntz precipita nel vuoto, morendo. Così Carl, Russell e Dug riportano Kevin dai suoi piccoli e le dicono addio. Carl lascia andare la sua casa, che si fermerà con gli ultimi palloncini come monumento fisso in cima alle Cascate Paradiso, perché ha capito che i ricordi di Ellie gli rimangono nel cuore. Subito dopo, i due umani prendono il comando del dirigibile di Muntz e tornano a casa negli USA con Dug e gli altri cani, che ora, con anche il dominato definitivo Alfa, sono amici di Carl perché Dug è il capo. Carl non è più ricoverato alla casa di riposo, per aver riportato in città un dirigibile con il bambino Russell salvo.

Grazie a Carl, Russell riesce poi a ottenere l’unico distintivo che cercava, e diventare così un esploratore scelto della natura selvaggia, ammirandolo come il più bel distintivo di tutti, essendo quello dell’ex-club di Carl ed Ellie. Carl va a vivere a casa del padre di Russell, che durante la sua assenza lo affida alle sue cure ed a quelle della badante-professoressa privata, essendosi da sempre affezionato al suo unico figlio,e se l’anziano uomo vuole rivedere la libera Kevin e la sua casa umana e vecchia in Sudamerica, vedere altri posti o spostarsi nella città, scende da una scaletta del dirigibile, ora mezzo volante in suo possesso, con i cani liberi di vivere senza cacciare e di vedere la gente di città. Così, a partire dal giorno della promozione di Russell, Carl resterà per sempre con lui ed il neo-papà di cuccioli di cane Dug, giocando con loro e (come mostra nei titoli di coda il suo nuovo libro delle avventure cittadine con Russell) godendosi quella meravigliosa avventura che è la normale vita.

Personaggi

  • Carl Fredricksen – Il 78enne protagonista
  • Russell – Il bambino scout di 8 anni
  • Charles F. Muntz – L’esploratore 92enne che sfrutta Carl e Russell
  • Dug – Un cane di razza golden retriever che aiuta i protagonisti.
  • Alfa – Un dobermann.
  • Beta – Un rottweiler.
  • Gamma – Un bulldog.
  • Kevin – Moa femmina alto 4,50 m incapace di volare, che Muntz vuole catturare.
  • Ellie – la moglie di Carl.
  • Figli di Kevin – Pieni di colori (come la madre) e molto piccoli.
  • Epsilon – Il cane cuoco di Muntz.
  • Omega – Altro cane di Muntz.
  • Ufficiale di Polizia –
  • Operaio edile Steve –
  • Infermiere George –
  • Infermiere AJ –
  • Caposcout Strauch –
Share →