Le avventure di Peter Pan (Peter Pan) è un film d’animazione prodotto dalla Walt Disney Productions in collaborazione con la Universal Pictures, e distribuito dalla RKO Radio Pictures nelle sale americane il 5 luglio 1953, al quale il personaggio di Peter Pan, creato da James Matthew Barrie, deve la maggior parte del suo grande successo nel mondo. Come per tutti i film Disney, anche questo pone molta attenzione sulla colonna sonora, che rende l’opera un parente stretto del musical. È considerato il 14º classico Disney secondo il canone ufficiale.

Trama

Wendy Darling è una ragazzina di Londra che divide la stanza con i suoi due fratelli minori, Gianni e Michele. Essi, in assenza dei genitori, vengono accuditi dal loro cane Nana. Ormai stufo di tutto questo, il padre di Wendy, Agenore Darling, decide che ora sua figlia deve diventare adulta e quindi le fa cambiare stanza. Quella notte, mentre i signori Darling sono ad una festa, Peter Pan entra nella stanza dei bambini, insieme alla sua fatina Trilli, la quale si rivelerà molto gelosa nei confronti di Wendy. Peter Pan è in cerca della sua ombra persa qualche giorno prima per colpa di Nana. Dopo la sua frenetica ricerca, Wendy gli cuce l’ombra e Peter le chiede di venire con lui fino all’Isola che non c’è, dove lei potrà raccontare le favole ed essere la mamma dei Bimbi Sperduti. Wendy accetta e porta con sé anche Gianni e Michele, dopodiché grazie alla polvere magica di Trilly, volano tutti all’Isola che non c’è.

Una volta lì, Peter decide insieme a John di sfidare per l’ennesima volta il suo peggior nemico, Capitan Uncino, capo di una banda di pirati al quale Peter ha tagliato la mano sinistra dandola in pasto ad un coccodrillo che da allora lo segue sempre sperando di avere anche tutto il resto. Wendy, invece, vola fino al nascondiglio di Peter Pan, guidata da Trilli, la quale molto gelosa ordina ai Bimbi Smarriti di ucciderla, ma viene salvata da Peter, che una volta saputo del piano architettato dalla sua fatina, la bandisce dal suo regno per una settimana. Dopo una prima conoscenza, Peter nomina John il capo dei Bimbi Smarriti, ma vengono rapiti dal Capo della tribù degli Indiani, il quale rivela loro che se sua figlia Giglio Tigrato non tornasse a casa, li scotennerà tutti. In realtà lei è stata rapita da Uncino per far sì che possa dirgli dove si trova il nascondiglio di Peter Pan. Questi, aiutato, accorre alla grande roccia a forma di teschio dove riesce nuovamente a sconfiggere Uncino, che viene inseguito dal coccodrillo, e il suo tirapiedi, Spugna, salvando Giglio Tigrato. Fallito anche questa volta, Uncino ordina a Spugna di rapire Trilly per farsi dire da lei stessa dove si nasconde Peter. Intanto alla tribù degli Indiani, Peter ha fatto colpo sul Capo Tribù e Gianni e Michele hanno dimenticato la loro vera mamma, la signora Darling. Wendy decide così di riportarli a casa insieme a tutti gli altri Bimbi Sperduti, ma ormai Uncino ha scoperto dove si trova il nascondiglio di Peter e rapisce tutti i Bimbi Sperduti, tra cui Gianni e Michele, e Wendy. Dopodiché, decide di regalare un pacco con all’interno una bomba fingendo che sia da parte di Wendy. Sfuggita dalla prigione di Uncino, Trilly accorre per salvare Peter dall’esplosione.

Arrivati sulla nave, Peter salva Wendy prima che cada in acqua gettata dall’asse di legno, ma ciò suscita dei sospetti ai pirati che non hanno sentito il rumore dell’acqua una volta Wendy fosse caduta. Con un altro dei suoi piani Peter salva gli altri Bimbi Sperduti insieme a Trilly e Uncino viene battuto e nuovamente inseguito dal coccodrillo. Ora, Wendy, Gianni e Michele, possono tornare a casa.

Testo tratto da Wikipedia

Share →