Il Re leone (The Lion King) è un film d’animazione prodotto dalla Walt Disney Feature Animation e distribuito dalla Walt Disney Pictures.

È considerato il 32º classico Disney secondo il canone ufficiale. La storia ha luogo in un regno con leoni in Africa ed è stata influenzata dalla storia biblica di Giuseppe e Mosè oltre che dall’Amleto di William Shakespeare. Il film è stato prodotto durante il periodo noto comeRinascimento Disney, e viene generalmente considerato il miglior film di casa Disney.

Dopo il noto successo la Disney produsse (per il mercato direct-to-video) il sequel Il re leone II – Il regno di Simba e il prequel/midquel Il re leone 3 – Hakuna Matata.

L’11 novembre 2011 è uscito nei cinema italiani il film in versione 3D. Il 30 novembre 2011 è uscito in Italia il cofanetto contenente il Blu-raydel film, anche nella versione 3D. Il 2 gennaio 2013 viene trasmesso per la prima volta e in HD su Rai 1, totalizzando un ascolto medio di 5.932.000 telespettatori e il 20.73% di share.

 

Trama 

La storia si apre al sorgere del sole nella savana africana, dove tutti gli animali celebrano la nascita del piccolo cucciolo Simba, figlio del reMufasa e della sua compagna Sarabi, che sta per essere innalzato sulla Rupe dei Re. Tutto il popolo è pieno di gioia, tranne il terribile e infido Scar, fratello di re Mufasa, perché a causa dello sgradevole evento lui non potrà mai divenire re.

Simba cresce e passa molto tempo con suo padre, il quale gli parla del Cerchio della Vita e gl’insegna come dovrà comportarsi una volta salito sul trono. Come ogni re che si rispetti, però, Mufasa ha anche dei doveri e quindi a volte è costretto a lasciar da parte suo figlio per proteggere il suo regno. A quel punto Simba, tenuto sotto controllo dal bucero Zazu, passa del tempo con la sua compagna di giochi, nonché promessa sposa, Nala la leoncina, figlia di Sarafina. Con essa Simba decide di recarsi al “Cimitero degli Elefanti”, sotto il consiglio di Scar, ma prima sono costretti a ideare un piano per liberarsi di Zazu. Il piano va a buon fine, ma una volta arrivati a destinazione, vengono attesi da un agguato di tre iene di nome Shenzi, Banzai ed Ed, con lo scopo di mangiare i due leoncini. Dopo una grande fuga, Simba e Nala sono in trappola e stanno per essere attaccati, ma arriva appena in tempo per salvarli Mufasa, il quale era stato avvertito da Zazu. Le iene, spaventate e terrorizzate, scappano, ma Mufasa è molto deluso dal comportamento di suo figlio, che in realtà voleva provare a essere coraggioso come lui.

Intanto, dall’altra parte, Scar insieme alle iene che aveva mandato per eliminare Simba e Nala escogita un altro piano per eliminare Simba, ma stavolta insieme a lui anche il suo stesso fratello. Così, la mattina seguente Scar attira Simba su una roccia in mezzo a una gola, e gli dice di aspettare lì fino al suo ritorno perché suo padre ha una sorpresa per lui; inoltre prima di andar via Scar consiglia a Simba di rafforzare il suo ruggito. Lui da’ retta allo zio, e cerca di spaventare un camaleonte vicino alla roccia, cosa che gli riesce, tanto da poter sentire l’eco del suo ruggito. Scar intanto dà un segnale alle sue complici iene che spaventano una mandria di gnu che si trova sopra la gola, nel preciso istante del ruggito di Simba. Questo porta gli gnu a fuggire dalle iene spingendosi proprio nella gola in cui si trova il giovane leoncino. Egli terrorizzato, scappa via, ma in poco tempo si ritrova nella mandria e si aggrappa a un albero. Solo a questo punto Scar si precipita dal fratello a dirgli ciò che sta succedendo e Mufasa corre subito in aiuto del figlio, portandolo sano e salvo fuori dalla mandria, ma rimanendone intrappolato lui stesso. Fortunatamente, riesce a uscirne e a saltare su un dirupo cercando di arrampicarsi fino in cima, dove ad attenderlo c’è Scar che, come aveva pianificato, invece di aiutare suo fratello, lo scaraventa giù dal dirupo provocandone la morte. Simba, triste e spaventato, grida invano aiuto, ma tra la polvere ne esce fuori proprio suo zio Scar che gli fa credere di essere lui il responsabile dell’accaduto, per cui gli ordina di scappare via dal regno. Simba fugge via inseguito dalle iene, ma fortunatamente riesce a mettersi in salvo, mentre Scar sale sul trono e decide di creare un nuovo regno alleato con le iene.

Stanco per il viaggio, Simba sviene sotto il sole cocente ed è quasi divorato da uno stormo di avvoltoi. A salvarlo stavolta sono Timon e Pumbaa, rispettivamente un simpatico suricato e un grosso e ingenuo facocero, che lo crescono insegnandogli a vivere la propria vita senza pensieri, sotto il loro motto “Hakuna Matata“. Con il passare del tempo Simba smette del tutto di pensare al suo passato e alle sue origini. Qualche tempo dopo, Pumbaa, messosi a inseguire un insetto, non si accorge di essere seguito da una leonessa. Quando se ne rende conto scappa via da Timon e la leonessa lo rincorre, ma a quel punto arriva Simba a proteggere il suo amico e dopo una dura lotta si accorge che quella leonessa è in realtà Nala (che quindi, paradossalmente, diventa molto amica dei due nuovi amici di Simba). I due cominciano di nuovo a divertirsi come un tempo e tra loro nasce subito un sentimento molto forte. Nala cerca di convincere Simba a tornare alla Rupe dei Re, ma lui non vuole e se ne va. A quel punto entra in scena il babbuino Rafiki (l’amico di suo padre che, quand’era cucciolo, l’aveva innalzato alla Rupe dei Re davanti all’intero branco), che gli fa rivedere lo spirito di suo padre per metterlo di fronte alla scelta di scappare dal passato oppure affrontarlo. Simba non ci pensa due volte e fa ritorno a casa, seguito da Nala, Timon e Pumbaa.

Tra la confusione Simba vede Scar che scappa via e così l’insegue fino a spingerlo davanti a un dirupo. Scar capisce quindi di non avere via di scampo e scarica tutta la colpa sulle iene che nel frattempo lo stanno ascoltando. Simba gli ordina di andare via per sempre, ma lui lo raggira e gli lancia sugli occhi della cenere bollente. Dopodiché l’attacca, ma Simba riesce a farlo precipitare giù dal dirupo. Ad attenderlo ai piedi della rupe ci sono le iene che dopo aver ascoltato le sue parole si sentono anche chiamare “amici”. A quel punto si avvicinano lentamente a Scar e subito l’attaccano uccidendolo.

Simba sale sul trono e dopo aver riportato la pace nel regno, mette al mondo un nuovo cucciolo con la sua compagna Nala, facendo continuare il Cerchio della Vita.

Personaggi 

  • Simba, figlio di Mufasa e futuro re.
  • Nala, coetanea di Simba e futura regina.
  • Timon e Pumbaa, un suricato e un facocero che Simba incontra dopo la fuga dalla rupe dei re.
  • Scar, fratello di re Mufasa, evidentemente secondogenito del precedente re della savana. Con la nascita di Simba non può più ambire al trono. Viene sconfitto da Simba e ucciso dalle iene che si sono ribellate dal suo controllo.
  • Mufasa, padre di Simba. È il re della savana.
  • Zazu, il bucero e aiutante di Mufasa.
  • Rafiki, il vecchio mandrillo saggio. Aiuta Simba a interpretare i suoi reconditi sentimenti.
  • Banzai, Shenzi e Ed, le iene che Scar assolda per uccidere Simba (rispettivamente la femmina, il maschio e l’altro maschio ridacchione).
  • Sarabi, compagna di Mufasa e mamma di Simba.
  • Sarafina, madre di Nala.

Testo tratto da Wikipedia

Share →